C. Bosco| Coltivazione


Trattore durante la semina nel sovescio

sovescio
In autunno, dopo aver raccolto il riso, lavoriamo superficialmente il terreno in modo da ossigenarlo ed interrare parzialmente la paglia e seminiamo il sovescio, ovvero una miscela di colture erbacee che rimarranno in campo fino a primavera. Il sovescio, pratica diffusa prima dell’avvento dei concimi minerali, ha come scopo principale quello di contrastare l’impoverimento del terreno dovuto alla coltivazione continua del suolo. Le colture erbacee nel nostro caso principalmente loietto italico, trifoglio e veccia villosaarricchiscono il terreno di azoto organico che, a differenza di quello chimico, si lega alle particelle del terreno rimanendo a disposizione della pianta, non viene dilavato e non inquina le falde. Altri aspetti positivi del sovescio sono l’aumento della biodiversità degli agroecosistemi, nonché il controllo delle infestanti e dei patogeni delle colture.



agricoltura conservativa
Nei campi dove coltiviamo il riso biologico, in primavera, pratichiamo la semina a spaglio su sodo, un sistema di coltivazione che si basa sull'assenza di qualsiasi tipo di lavorazione meccanica del terreno. I benefici ambientali di questa tecnica agraria sono consistenti e la rendono una preziosa alleata nella lotta ai cambiamenti climatici. La copertura organica del terreno, infatti, garantisce una ridotta erosione del suolo, permette di trattenere l’acqua e alimenta la biodiversità . Si consideri infine lo scarso consumo di carburante che deriva dalla mancata lavorazione del terreno



fermentazione
Dopo la semina sommergiamo e rulliamo il sovescio in modo da avviare una fermentazione delle erbe in campo. Queste, allettate e coperte dall’acqua, creano un tappeto verde, che impedisce a gran parte dei semi delle infestanti di germogliare, agendo da diserbo presemina naturale. L'obiettivo è seminare su un campo fertilizzato dal sovescio e il più possibile libero da infestanti.



gestione dell'acqua
Quando il riso germoglia viene bloccata la fermentazione asciugando il campo per facilitare il radicamento della pianta. Appena le piantine di riso prendono vigore si sommerge nuovamente la risaia alzando il livello dell’acqua fino a 20 cm in modo da soffocare molte infestanti acquatiche. Il livello viene poi calato e mantenuto sino a quando i chicchi si saranno riempiti.



ricciolo


Sovescio
Sovescio
Allettamento del sovescio
Allettamento del sovescio
Fermentazione
Fermentazione
Semina su sodo
Semina su sodo
Campo maturo
Campo maturo
Mietitura
Mietitura